Ecografia Linfonodale - Maiormed
L'ambulatorio polispecialistico di Roma. Maiormed è una struttura ambulatoriale dotata di personale specializzato e macchinari all’avanguardia per diagnosi e visite specialistiche.
16754
page-template-default,page,page-id-16754,page-child,parent-pageid-16611,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-10.1.1,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2,vc_responsive

Ecografia Linfonodale

L’ecografia linfonodale è una tecnica indolore di diagnostica per immagine, non invasiva, indolore, che tende ad ottenere una immagine la più completa possibile della maggior parte delle stazioni linfonodali esplorabili ecograficamente.

I linfonodi sono strutture anatomiche deputate alla difesa e al controllo immunitario del corpo umano, reagendo contro agenti patologici con il “sequestro” degli stessi. Spesso, a seguito di questa loro attività di difesa, possono aumentare di volume. Tale evento non è, quindi, sempre da considerarsi patologico.

I linfonodi sono presenti in tutto il corpo, sempre nelle adiacenze di strutture vascolari.

Si distinguono due localizzazioni:

  • Superficiali (collo, inguine, ascelle)
  • Profondi (addominali e mediastinici)

Mediante l’ecografia delle stazioni linfonodali è possibile valutare le dimensioni dei linfonodi, la struttura ecografica (omogenea o disomgenea), la presenza o meno dell’ilo centrale, la vascolarizzazione, la tendenza o meno alla confluenza con i linfonodi circostanti e la mobilità rispetto ai piani sottostanti (linfonodo mobile o fisso).

Attraverso l’analisi di tutte queste caratteristiche ecografiche è possibile distinguere un linfonodo patologico da uno fisiologico o reattivo.

L’ecografia delle stazioni linfonodali è pertanto molto utile nel discriminare tra linfonodi reattivi a causa di patologie infettive/infiammatorie e linfonodi coinvolti in processi discariocinetici. L’ecografia linfonodale trova applicazione in tutti i casi di nuova comparsa di tumefazione linfonodale o nel follow-up di patologie con coinvolgimento linfonodale.

Quando fare l’Ecografia Linfonodale?

L’ecografia dei linfonodi è indicata nei seguenti casi:

  • Comparsa recente di tumefazione linfonodale
  • Follow up di patologie neoplastiche con coinvolgimento linfonodale (neoplasia della mammella, melanoma, neoplasia ematologiche)

Quale preparazione effettuare?

L’ecografia linfonodale non necessita di alcuna preparazione ecografica da parte del paziente.

Esami Precedenti e Quesito Clinico

Al momento dell’esame, il Paziente deve recare in visione gli esami effettuati in precedenza utili per la valutazione del caso anche in termini di evoluzione nel tempo. E’ inoltre fondamentale che sia chiaro il “Quesito Clinico”. Ovvero la diagnosi già accertata o sospettata, oppure il sintomo prevalente per cui si esegue tale accertamento. La conoscenza del Quesito Clinico consente al Medico Specialista di formulare risposte clinicamente precise rispetto al quesito posto.

Chiama Ora