Urologia - Maiormed
L'ambulatorio polispecialistico di Roma. Maiormed è una struttura ambulatoriale dotata di personale specializzato e macchinari all’avanguardia per diagnosi e visite specialistiche.
17481
page-template-default,page,page-id-17481,page-child,parent-pageid-16594,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-10.1.1,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2,vc_responsive

Urologia

Che cos’è l’Urologia?

L’Urologia è la specialità chirurgica che studia la fisopatologia e la cura delle malattie che interessano principalmente l’apparato urinario maschile e femminile e l’apparato riproduttivo maschile.

L’Apparato Urinario è formato da Rene, Via Escretrice, Uretere, Vescica ed Uretra; l’Apparato Riproduttivo Maschile, invece, è costituito da Prostata, Veschichette Seminali, Dotti Deferenti, Epididimi, Testicoli e Pene.

L’Urologia, pertanto, ha ambiti di competenze particolarmente vasti, in quanto le problematiche e le patologie a carico dell’apparato genito-urinario, risultano essere in costante crescita con specifiche particolarità e complessità.

Chi è l’Urologo e quando è consigliabile rivolgercisi?

L’urologo è il Medico Chirurgo specializzato nella diagnosi e nel trattamento delle malattie che interessano l’apparato urinario dell’uomo e della donna e gli organi deputati alla riproduzione nell’uomo.

E’ consigliabile rivolgersi all’Urologo per ottenere una valutazione complessiva ed approfondita della propria condizione clinica.

In particolar modo è consigliabile eseguire una visita specialistica urologica nei seguenti casi:

  • Comparsa di difficoltà, bruciori o dolori durante la minzione (emissione volontaria di urine)
  • Comparsa di sangue nelle urine
  • Incontinenza urinaria
  • Comparsa di sintomatologia dolorosa riferibile ad un organo dell’apparato genito-urinario
  • Frequenti infezioni urinarie (cistiti ricorrenti)
  • Presenza di calcolosi renale o ureterale
  • Sospetto di Ipertrofia prostatica benigna
  • Comparsa di problematiche relative alla sfera sessuale

Si consiglia, comunque, per i soggetti di sesso maschile con un età superiore ai 50 anni di rivolgersi all’Urologo per una visita preventiva una volta all’anno, anche se gode di completo benessere e non accusa alcun disturbo.

Cosa aspettarsi da una visita Urologica?

La visita Urologica è basata su la raccolta di un’accurata anamnesi (il paziente racconta il suo passato e la sua sintomatologia) e su un attento esame obiettivo che presenterà delle differenze in base al sesso del paziente.

L’esame obiettivo nel soggetto di sesso maschile prevedrà un’accurata ispezione dei quadranti inferiore dell’addome, della pelvi e della zona genitale esterna. La visita solitamente si completa con l’esplorazione rettale al fine di palpare la ghiandola prostatica così da valutarne lo stato di salute.

Nei soggetti di sesso femminile la visita urologica è molto simile alla visita ginecologica. Lo specialista Urologo valuterà lo stato di salute dell’apparato urinario e identificherà, se presente, prolasso vescicale e/o uterino condizioni spesso associate ad incontinenza urinaria.

Valutato quindi lo stato di salute complessivo del paziente, considerando gli aspetti anamnestici, i reperti fisici riscontrati durante l’esame obiettivo, i reperti psicologici riscontrati durante l’anamnesi, l’Urologo giungerà ad una conclusione diagnostica e, se necessario, ad una prescrizione farmacologica

.

Per il completamento diagnostico potranno essere richiesti approfondimenti clinco-strumentali quali esame delle urine, esame del sangue del PSA (Antigene Prostatico Specifico), ecografia pelvica, renale, vescicale, prostatica e testicolare, uroflussimetria (misurazione della velocità del getto urinario) o altri approfondimenti mirati a riconoscere e quindi risolvere la sintomatologia riferita dal paziente.

Chiama Ora