Ecografia delle Anse Intestinali - Maiormed
L'ambulatorio polispecialistico di Roma. Maiormed è una struttura ambulatoriale dotata di personale specializzato e macchinari all’avanguardia per diagnosi e visite specialistiche.
16742
page-template-default,page,page-id-16742,page-child,parent-pageid-16611,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-10.1.1,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2,vc_responsive

Ecografia delle Anse Intestinali

L’ecografia delle anse intestinali è una tecnica di diagnostica per immagini indolore, non invasiva, che tende ad ottenere una immagine la più completa possibile della maggior parte dell’intestino tenue e del colon.

L’ ecografia delle anse intestinali consente di studiare accuratamente la stratificazione della parete intestinali in tutti i suoi tratti, di misurarne lo spessore, di valutarne la vascolarizzazione mediante l’utilizzo della tecnica dell’Ecocolor Doppler, di individuare la presenza di eventuale liquido tra le anse intestinali e di verificare la presenza o meno di linfoadenomegalie.

Attraverso la valutazione di tali parametri è possibile identificare e riconoscere processi infiammatori cronici intestinali come il Morbo di Crohn o la Rettocolite Ulcerosa, di individuare altre condizioni patologiche come le alterazioni da rallentamento funzionale o i segni di malassorbimento.

L’ecografia delle anse intestinali permette, inoltre, di valutare l’estensione del processo i infiammatorio cronico intestinale e di identificare le possibili complicanze come le fistole, le stenosi e gli asccessi. E’, inoltre, molto utile nel follow up di tali patologie.

Quando fare l’Ecografia delle Anse Intestinali?

L’ecografia delle anse intestinali è indicata nei seguenti casi:

  • Presenza di sintomi addominali persistenti
  • Dolori addominali maggiormente localizzati ai quadranti addominali inferiori
  • Presenza e persistenza di alterazioni dell’alvo (stipsi o diarrea)
  • Emissione di sangue con le feci
  • Perdita di peso non giustificata
  • Follow up delle malattie infiammatorie croniche intestinali (morbo di Crohn; Rettocolite ulcerosa)

Quale preparazione effettuare?

L’esame ecografico delle anse intestinali prevede una adeguata preparazione e precisamente:

  • Due giorni prima dell’indagine, dieta leggera con abolizione del latte e derivati delle verdure e frutta in genere
  • La sera antecedente l’esame effettuare un pasto leggero
  • Prima dell’esame è necessario almeno 8 ore di digiuno; qualora l’esame venga eseguito dopo le ore 15:30 il paziente nelle prime ore del mattino del giorno dell’esame può  effettuare una blanda colazione con del tè e fette biscottate e osservare il digiuno assoluto dopo le ore 09:30.

Esami Precedenti e Quesito Clinico

Al momento dell’esame, il Paziente deve recare in visione gli esami effettuati in precedenza utili per la valutazione del caso anche in termini di evoluzione nel tempo. E’ inoltre fondamentale che sia chiaro il “Quesito Clinico”. Ovvero la diagnosi già accertata o sospettata, oppure il sintomo prevalente per cui si esegue tale accertamento. La conoscenza del Quesito Clinico consente al Medico Specialista di formulare risposte clinicamente precise rispetto al quesito posto.

Chiama Ora